L’iter diagnostico per i Disturbi Specifici dell’Apprendimento

  Quando parliamo di disturbi specifici dell'apprendimento (da ora in poi DSA), li distinguiamo da semplici difficoltà nello svolgimento delle attività scolastiche. I primi infatti hanno una base neurobiologica e sono resistenti ai trattamenti messi in atto dall'insegnante e persistenti nel tempo (nonostante i miglioramenti ottenibili grazie alle strategie compensative fornite al bambino in seguito all'attuazione di un appropriato int ...

Picky Eater Denying to Eat Saying No to Food; Shutterstock ID 399288577; PO: gennaio

La selettività alimentare nei bambini con disturbo dello spettro autistico

I bambini affetti da disturbo dello spettro autistico, presentano con un'alta incidenza, un quadro di problematiche legate alla sfera dell'alimentazione, le cui manifestazioni sono essenzialmente di due tipi: sintomi gastrointestinali e comportamenti alimentari atipici. Tra i comportamenti alimentari atipici, vengono annoverati la selettività alimentare, il mangiare troppo o troppo poco,la ruminazione e la pica. Tra questi il comportame ...

Linguaggio e sistemi di Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA)

  Secondo l'analisi comportamentale, il linguaggio può essere definito come un comportamento rinforzato dalla mediazione del comportamento di un'altra persona (Skinner, 1954). Si tratta quindi di un comportamento che, al pari degli altri, è influenzato dalle variabili contestuali e/o interne che lo precedono e da quelle che lo seguono. Esso si evolve tramite rinforzo, sia automatico (si pensi alla fase della lallazione) sia operant ...